Jeanine Zhao

  • 13 luglio 2012
    Par Jeanine Zhao
    INAUGURAZIONE @ HONG KONG <BR />BY JEANINE ZHAO

    INAUGURAZIONE @ HONG KONG
    BY JEANINE ZHAO

    Dopo il debutto trionfale a Tokyo e le tappe di New York e Taipei, la mostra “Little Black Jacket" di Chanel ha fatto il suo ingresso nella vibrante e scintillante città di Hong Kong. La mostra è stata inaugurata presso la Space Gallery, sull'elegante Hollywood Road, dove rimarrà aperta dal 7 al 16 luglio.

    I ritratti in bianco e nero di Karl sono appesi alle pareti grigio chiaro della galleria a due piani, situata nel cuore di un quartiere famoso per le sue gallerie d'arte, i negozi di antiquariato cinese e le piccole boutique indipendenti. Proprio in fondo alla strada si trova il celebre tempio Man Mo, risalente a 150 anni fa. La mostra "Little Black Jacket" è stata inaugurata durante una piacevole e calda serata, che ha richiamato numerose celebrities della città: la folla vivacemente variopinta si contrapponeva al nero della giacca Chanel. Per l’occasione erano presenti anche le attrici Cecile Cassel ed Elisa Sednaoui.

    Tang Wei - la star del cinema cinese vincitrice di numerosi premi al Korean film festivals - durante l'inaugurazione ha mostrato il suo ritratto preferito fra le oltre 100 foto di Karl Lagerfeld: un grande ritratto di Scarlett Utzmann Huynh, una bimba di 4 anni. All’inaugurazione erano presenti anche la digital artist Yi Zhou, sempre molto elegante; la celebre cantante Joey Yung; il noto paroliere Wyman Wong e anche Hilary Tsui, titolare di una boutique e personalità nel mondo della moda. Tutti indossavano, interpretandola, la giacca nera Chanel.

    Proprio come Karl Lagerfeld esprime attraverso le sue creazioni l’attrazione di Mademoiselle per l’Asia, allo stesso modo si consolida il legame tra l’Asia e Chanel. Zing, il celebre make up artist delle celebrity, collezionista appassionato di giacche Chanel, sia moderne che vintage, è stato felice di visitare la mostra di Hong Kong. Zing indossa giacche nere Chanel da anni. E perché no? Appese alle pareti troviamo foto di Karl e Carine che indossano abiti maschili e anche cenni alle uniformi da uomo che originariamente ispirarono Mademoiselle Chanel.

    All’imbrunire, l’orizzonte di Hong Kong si illumina e mentre il sole tramonta su questo vernissage, la gente si dirige all’after-party, dove lo champagne scorre a fiumi e il musicista Choi Sai Ho intrattiene con la sua arte un’eclettica folla di celebrities.
    “La moda non esiste unicamente negli abiti”, disse un giorno Coco Chanel. “La moda è nell’aria, è il vento che la porta; la si cerca, la si respira; la moda è nel cielo e per le strade, è ovunque; comprende le nostre idee, i nostri costumi, gli eventi...”

    A volte, l’acutezza di qualcosa di nuovo, come questa mostra, può evocare un senso di atemporalità. E nel ritmo frenetico di Hong Kong, questo è un buon motivo per festeggiare.

    Foto di Frédéric David